Come pulire l’acciaio, tutti i metodi e i prodotti da utilizzare


Ecco alcuni consigli su come pulire l’acciaio in modo da renderlo brillante e senza lasciare quei fastidiosi aloni poco belli da vedere.

Sicuramente avrai in casa superfici ed oggetti in acciaio. Questo perché, tra i materiali più utilizzati, l’acciaio ha un posto privilegiato nella vita quotidiana per la sua robustezza. Ma come pulire l’acciaio? Il suo continuo utilizzo, le alte temperature a cui è sottoposto ed il tempo irrimediabilmente opacizzano piani ed elettrodomestici metallici, nonostante il materiale sia estremamente resistente. A mano a mano che vi si lavora, infatti, noterai che la patina che ricopre l’acciaio tende a perdere trasparenza.
Dunque, oltre ad una manutenzione costante ed ad un buon uso, è importante pulire l’acciaio con i prodotti giusti. E questo non significa necessariamente dover fare ricorso a dei costosi detergenti chimici. Esistono, infatti, molte soluzioni casalinghe che, unite a un po’ di olio di gomito, fanno al caso tuo. Ecco, quindi, come pulire l’acciaio con metodi facili e veloci.

Come pulire l’acciaio con acqua e detersivo per piatti

Il primo segreto per capire come pulire l’acciaio inox e satinato è quello di cercare di pulirlo dopo ogni uso. Basta eliminare residui di cibo, ditate e macchie di grasso con un panno e del detersivo per piatti. La cura quotidiana, infatti, è il primo strumento per preservare lavelli, piani, posate, pentole ed elettrodomestici nel tempo.
Nel pulire l’acciaio frequentemente fai attenzione ad evitare spugne abrasive o pagliette in metallo: utilizzandole corrri il rischio di segnare la superficie con dei graffi. Abbi cura anche di non lasciar appoggiati sui piani di lavoro in acciaio pentole calde o oggetti impregnati d’acqua. Eviterai così aloni e macchie antiestetiche sia sulle superfici lucide sia su quelle satinate.

Usa l’aceto per lucidare

Se vuoi imparare come pulire l’acciaio inox e satinato con interventi più energici puoi provare con l’aceto. Infatti, l’aceto di vino bianco ha un forte potere igienizzante e lucidante e risulta particolarmente efficace anche contro gli aloni.
Dunque, per imparare come pulire l’acciaio e lucidare con l’aceto basta versarne alcune gocce su una spugna o un panno morbido e passarlo sul tuo acciaio insistendo nei punti più usurati. In alternativa, prepara una soluzione con detersivo per piatti (tre cucchiai), acqua e aceto. Versa, quindi, la miscela in un contenitore spray e distribuiscila sul piano da pulire. Dopo aver strofinato per bene in modo da eliminare le macchie, provvedi a sciacquare con abbondante acqua tiepida.

Come pulire l’acciaio usando il bicarbonato per le posate ed il lavello

Un altro prodotto naturale per imparare come pulire l’acciaio è il bicarbonato di sodio. Puoi utilizzarlo sia sulle superfici in metallo sia per lucidare le posate. Basterà semplicemente immergere le posate in una soluzione di acqua bollente e bicarbonato. Dopo averle lasciate a bagno per qualche minuto, risciacquale in acqua corrente e asciugale con un panno senza strofinare. Per un’azione più profonda puoi aggiungere anche un po’ di aceto alla soluzione con il bicarbonato.
Inoltre, è possibile utilizzare il bicarbonato di sodio anche per la pulizia del lavello, che sia in acciaio lucido o satinato. Si tratta, infatti, di una sostanza che ha potere abrasivo ma non graffia le superfici.
Occorrerà semplicemente cospargere l’intera superficie del lavello con un’adeguata quantità di bicarbonato e strofinare con una spugna. Per il rubinetto puoi ricorrere anche uno spazzolino da denti in modo da raggiungere gli interstizi più piccoli. Risciacqua e asciuga con uno tessuto morbido.

Elimina il calcare con il limone

Nel caso in cui il problema del tuo acciaio sia il calcare, esiste una soluzione naturale anche per questo. Infatti, l’acido citrico naturalmente contenuto nel limone è un perfetto anticalcare che ti aiuterà a eliminare ogni residuo presente. Per capire come pulire l’acciaio inox e satinato con il limone basta diluirne qualche goccia su un panno o una spugna. Puoi anche spremere un limone ed usarne il succo puro direttamente sulla zona intaccata dal calcare.
Una volta compiuta questa operazione, risciacqua ed asciuga. Il tocco finale per capire come pulire l’acciaio e lucidare è quello di versare qualche goccia di olio d’oliva su un panno e poi passarlo sull’acciaio. Rimuovilo con una pezza asciutta ed il gioco è fatto.