Alla scoperta della nordic diet, la dieta che arriva dal Nord Europa


Cos’è la nordc diet, la nuova dieta che arriva dal Nord Europa e che permetterebbe di perdere peso velocemente? Scopriamolo insieme.

Secondo alcuni recenti ed importanti studi, la dieta nordica permetterebbe non solo di perdere peso piuttosto velocemente, ma anche di ridurre notevolmente la circonferenza addominale e la percentuale di grasso corporeo. Infatti, sembrerebbe che un’alimentazione che si fonda sui principi della Nordic diet sia in grado di dare risultati rapidi di dimagrimento e nel miglioramento dell’indice di massa corporea, rispetto ad altri modelli alimentari.

Cos’è la Nordic diet?

Quando si parla di dieta nordica in realtà non si fa riferimento ad una vera e propria dieta ma, piuttosto, ad un regime alimentare il quale si basa principalmente sull’uso dei prodotti locali e tipici dei Paesi del Nord Europa come Islanda, Danimarca, Svezia e Finlandia.

Dunque, il menu della Nordic diet prevede la valorizzazione degli ingredienti locali e dunque sostenibili. Per questo motivo all’interno di un menù Nordic diet si troveranno principalmente alimenti vegetali ed in quantità inferiore gli alimenti di origine animale. Saranno preferiti i legumi, i cereali integrali e le patate. I grassi di cui il nostro corpo ha bisogno sono ricavati dall’assunzione di frutta secca, semi e olio di canola. Le principali proteine, invece, derivano da pesci di lago e mare, e, parallelamente, è consigliato un consumo moderato di carne rossa.
Inoltre, come abbiamo già detto, alla base del menu della Nordic diet vi sono principalmente gli alimenti autoctoni e selvatici: frutti di bosco, funghi ed erbe selvatiche, infatti, sono tranquillamente inseriti all’interno dell’alimentazione giornaliera.
In questa dieta nordica antinfiammatoria, così come accade per la maggior parte delle altre diete, viene sconsigliato il consumo di alimenti processati, di prodotti confezionati ricchi di conservanti e zuccheri e di carni processate.

Differenze con la Dieta Mediterranea

Nella sostanza le due diete sono piuttosto simili dal momento che, come detto in precedenza, non si tratta di vere e proprie diete ma di regimi alimentari. Inoltre, entrambe sono legate da un profondo radicamento con i prodotti del territorio.
C’è da dire, però, che ci sono anche delle evidenti differenze tra i due regimi alimentari.
La principale è data dalla fonte di grassi. Mentre nella dieta mediterraneo i grassi vengono assimilati principalmente attraverso l’olio extravergine d’oliva, nei Paesi nordici questo viene sostituito dall’olio di canola, dai semi e dalla frutta secca. Allo stesso modo tra le due diete vi sono delle differenze per quanto riguarda i prodotti agricoli in generale. Differenze dettate soprattutto dalle diverse aree climatiche.

Nuove Dieta Nordica

Negli ultimi anni l’attenzione verso questa dieta nordica antinfiammatoria è cresciuta in maniera decisamente significante. E questo è probabilmente legato anche al concetto di nuova dieta nordica (New Nordic Diet) ideato da parte di un gruppo di nutrizionisti dell’Università di Copenhagen in collaborazione con gli chef del famoso ristorante danese NOMA (il quale vanta ben due stelle Michelin). L’obiettivo di questo studio è quello di rivoluzionare la cucina dei Paesi nordici cercando di rendere l’allevamento e l’agricoltura ancora più sostenibili e facendo in modo di controllare il tasso di obesità andando così a migliorare la salute pubblica. La new nordic diet , dunque, ha come scopo quello di spingere ad uno stile di vita sano con ritmi lenti tutelando l’ambiente e nutrendosi con cibo stagionale.