Pulizia di pavimenti esterni: come tenerli sempre belli


La pulizia dei pavimenti esterni, spesso porosi e ruvidi, è diversa dagli altri, dal momento che lavarli con cura può essere complicato. Questo perché essi sono continuamente sottoposti agli attacchi delle intemperie e degli animali e dunque lo sporco può essere davvero intenso. Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare.

Pulizia pavimenti esterni in cotto

Per quanto riguarda la pulizia di pavimenti esterni in cotto bisogna tenere presente che questi devono essere lavati per la prima volta almeno dopo tre settimane dalla posa. Questo perché è necessario diverso tempo prima che lo strato di materiale che tiene incollate le piastrelle al massetto si asciughi del tutto. Il detergente più indicato per questo tipo di materiale è il sapone di marsiglia, soprattutto se questo si estende per le grandi superfici esterne come terrazzi o balconate. Ancora più indicato se è trascorso molto tempo dall’ultima pulizia.
Per una pulizia accurata dei pavimenti esterni in cotto si potrà utilizzare uno spazzolone a fibre morbide per sfregare i punti in cui il pavimento risulta più sporco o macchiato. Soprattutto per quanto riguarda la pulizia di superfici estese sarà meglio procedere a zone, lavando e asciugando ogni zona prima di procedere alla successiva e dedicando il giusto tempo anche alla pulizia degli interstizi. Procedere a zone permetterà, inoltre, di non lasciare troppo tempo il pavimento a contatto con l’acqua sporca, la quale sarebbe irrimediabilmente riassorbita dalle piastrelle.

Pulizia pavimenti esterni in pietra

La pulizia dei pavimenti esterni in pietra non richiede un’operazione particolarmente difficile, ma occorre stare attenti a qualche piccola accortezza.
Innanzitutto è bene fare attenzione a non utilizzare prodotti acidi che potrebbero in qualche modo corrodere la pietra, alcool denaturato compreso (il classico alcool di uso domestico). Questo perché anche l’alcool ha un PH troppo acido per questo tipo di superficie. Al contrario, è possibile utilizzare l’ammoniaca o la candeggina, ma solo per macchie particolarmente persistenti.
Inoltre, è importante fare attenzione a non utilizzare tutti quei detergenti che hanno nella loro composizione una parte di acido fluoridrico perché questo ha il potere di sciogliere il quarzo che è protagonista di moltissime lastre in pietra naturale, così come si deve rinunciare completamente ai prodotti anti-calcare.

Dunque, si possono utilizzare solamente detergenti neutri. In ogni caso, dopo aver usato un detergente per quanto neutro, è necessario pulire con acqua approfonditamente la superficie per essere certi di togliere ogni residuo. E’ molto importante anche la scelta del detergente: testatelo sempre in una piccola zona prima di dar vita alla pulizia dell’intera pavimentazione.

Pulizia pavimenti esterni in cemento

Tenete conto che la difficoltà di pulizia dei pavimenti esterni in cemento, deriva principalmente dalla sua peculiare porosità. Questa caratteristica, rende estremamente facile l’assorbimento di qualsiasi sostanza venga a contatto con la superficie.
Spesso, per poter ovviare a questo problema, il materiale viene sottoposto ad una particolare lavorazione la quale è capace di rendere la superficie più levigata, visibilmente più lucida e soprattutto impermeabile.
L’impermeabilità permette senza dubbio di lavare le superfici senza difficoltà e soprattutto senza il rischio di assistere alla nascita di muffa. I detersivi adatti alla pulizia di questi particolari pavimenti esterni sono essenzialmente quelli a pH neutro, creati appositamente per la pulizia e la manutenzione di superfici in cemento.
In ogni caso i detergenti, si dovranno diluire in acqua rigorosamente tiepida e non versati direttamente sulla superficie.

Al contrario, un prodotto mirato lo si potrà versare direttamente sulla superficie qualora quest’ultima presenti aloni o macchie visibilmente ostinate. Solo in questo caso si potrà trattare la parte versando una minima quantità di prodotto e cercando di intervenire sulla macchia con movimenti circolari, servendosi di una spugna morbida. Sarà molto importante fare attenzione a non provocare antiestetici graffi.

Pulizia pavimenti esterni in legno

La pulizia del pavimenti esterni in legno è completamente diversa rispetto a quella delle superfici sopraelencate. Infatti, questi richiedono un altro tipo di intervento, dal momento che necessitano di sostanze oleose per essere nutriti ed apparire lucidi. Come prima cosa è necessario pulire bene il pavimento con una spazzola e della semplice acqua. Bisogna lasciar asciugare per qualche giorno e, solo quando sarà completamente asciutto, si dovrà passare l’olio lucidante con l’aiuto di un panno pulito. Il consiglio è quello di evitare questo tipo di trattamento nei periodi troppo caldi dell’anno: questo perché un’asciugatura veloce potrebbe danneggiare il pavimento in legno.