Cerchi un antidolorifico? CBD e terapia del dolore, un binomio possibile


Chi di noi non si è ritrovato al risveglio la mattina con la schiena dolorante o addirittura bloccata, tanto da non poter neanche alzarsi e iniziare la routine ordinaria.

E chissà quante volte il mal di testa, pulsante come un martello pneumatico, ti ha tenuto compagnia per ore e ore, senza darti tregua. A tutti è successo di dover quasi imparare a convivere con cervicalgie, emicranie, lombalgie, e dolori di vario tipo per intervalli più o meno brevi.

Che dipendessero da traumi o da disfunzioni temporanee o congenite, possiamo sicuramente affermare con certezza che non si è trattato di situazioni piacevoli. Soprattutto se sei di quelli che non preferiscono dipendere dai farmaci o che, nonostante l’uso di medicine, non trovano comunque pace.

Sentire di avere 70 anni quando se ne hanno ancora 30 è critica, se devi convivere con dolori in maniera assidua. A cosa ricorrere come rimedio? Come dare nuova linfa vitale al tuo organismo afflitto da dolori? Continua a leggere e trova la risposta a queste e altre domande.

Il CBD come terapia del dolore

Le virtù riconosciute al CBD antidolorifico possono definirsi indiscusse, specie quando si tratta di terapia del dolore.

L’azione sul nostro corpo, quando siano in corso stati di sofferenza è stata per lungo oggetto di analisi approfondite da parte di specialisti e esperti, luminari scientifici e analisti di laboratorio. A onor del vero sono tutt’ora in corso analisi in tal senso, per comprendere  i processi che rendono il CBD così efficace.

La spiegazione principale è racchiusa nelle interessanti funzionalità del sistema cannabinoide presente nel nostro corpo. Formato da recettori dislocati in tutto l’organismo, questi ultimi sono artefici di molte reazioni come l’appetito, l’umore, la concentrazione, l’attenzione e perfino la percezione del dolore.

Sono i recettori a trasmettere al sistema centrale nervoso e a quello periferico impulsi tali da condizionare le nostre emozioni e sensazioni.

I fitocannabinoidi (ovvero le sostanze derivate dalla cannabis sativa o canapa), a quel punto interagiscono con i recettori e li spingono non solo a riprodursi con maggiore potenza ma anche a prolungare il loro effetto sul nostro organismo.

Il dolore viene quindi sedato per effetto di questa attività comunicativa tra endocannabinoidi (che appartengono all’uomo) e fitocannabinoidi (che ci vengono “offerti” in natura).

Cause e origini del dolore

Le cause del dolore possono essere diverse e originare da eventi completamente diversi tra loro. In questi casi i prodotti al CBD sono utili per riportare sollievo, in uno o più dei seguenti eventi:

  • Schiena indolenzita dopo un colpo di freddo
  • L’aver diagnosticato problemi alle vertebre, come protrusioni o compressioni
  • Le conseguenze di traumi agli arti, alla colonna vertebrale. alla fascia cervicale, ecc.
  • Gli stati post intervento chirurgico che causano dolore
  • Dolenze in seguito a terapie invasive o che scatenano comunque sofferenze di varia intensità
  • Emicranie
  • Sciatalgie, lombalgie, cervicalgie

Come è deducibile, qualsiasi avvenimento, circostanza o evento può essere all’origine di un dolore. Risalire a questi ti aiuta anche ad approntare un trattamento più adeguato e incisivo per star meglio.

CBD antidolorifico: come somministrarlo

Mentre stai attraversando una fase di criticità che ti porta a sofferenze, piccole o di grande entità, non vedi l’ora di avviare un processo di guarigione con i prodotti naturali quali quelli al cannabidiolo – ma prima consulta sempre un medico.

Se non sei esperto e stai approcciando per le prime volte l’uso del CBD, vorrai comprendere il modo in cui assumerlo senza arrecare ulteriori scompensi, e esaltando invece il suo potenziale come rimedio contro il dolore.

Il suggerimento è quello di avvicinarsi gradualmente e avviare un trattamento con piccole dosi, aumentando al bisogno un po’ per volta.

Ti saprai tarare da solo, una volta conosciuti effetti e giovamenti rispetto ai tuoi dolori, cronici o occasionali.

Conclusioni finali sul CBD contro il dolore

Il dolore è uno stato che contrasta con il principio e la filosofia di una vita sana e spensierata. Conviverci non è la soluzione, ma combatterlo è facile attraverso un percorso olistico, in sintonia con la natura.

Ricorrere a elementi che si trovano nell’ambiente naturale è la soluzione perfetta quando stai male. Usando il CBD accresci il livello di qualità della tua salute, annienti il dolore e riprendi a affrontare le tue sfide di ogni giorno con veemenza e felicità.

Non indugiare ancora e inizia subito, dando una svolta al tuo diritto di sentirti una persona rigenerata!